Riproduci video

Foro maculare

Il foro maculare è un’importante patologia dell’occhio che coinvolge la macula, la parte più centrale della retina. Frequentemente tale condizione si determina quando il corpo vitreo esercita una forza di trazione sul tessuto retinico, con intensità e durata tali da determinare una rottura al centro della retina, con formazione di una vera e propria apertura (foro).

Quali sono i sintomi?

La macula è responsabile della visione centrale, ossia la visione fine e dettagliata che permette di leggere, riconoscere i volti, guardare la TV, guidare l’auto ecc. In presenza di una trazione sulla macula si possono notare sintomi quali:

  • Visione centrale sfuocata;
  • Visione centrale distorta;
  • Percezione di un punto cieco al centro della visione (scotoma centrale).

Quali sono i rischi?

In caso di foro maculare, se non si interviene rapidamente si può avere la perdita irreversibile della visione centrale e, in alcuni casi, il distacco di retina.

Fattori di rischio

Esistono diverse condizioni che possono determinare un foro maculare:

  • La trazione vitreomaculare (VMT);
  • La miopia magna;
  • La retinopatia diabetica proliferante (PDR);
  • L’edema maculare diabetico;
  • L’edema maculare post-operatorio;
  • Le infiammazioni intraoculari persistenti.

Come si diagnostica?

Il foro maculare può essere diagnosticato mediante esami quali:

  • L’oftalmoscopia;
  • La lampada a fessura;
  • Il test di Watzke-Allen;
  • La tomografia a coerenza ottica ad alta risoluzione (HR-OCT);
  • Il campo visivo computerizzato;
  • La microperimetria;
  • L’ecografia B-Scan (fondamentale in caso di corpo vitreo opaco).
In presenza di trazione sulla macula, gli esami permettono di monitorare l’evoluzione della condizione e, al bisogno, d’intervenire per evitare la formazione del foro maculare. Talvolta il vitreo si distacca spontaneamente dalla retina, in questi casi la condizione si risolve spontaneamente senza bisogno di interventi.

Come si interviene?

Il foro maculare deve essere trattato tempestivamente mediante un intervento di vitrectomia via pars plana, che prevede l’asportazione del corpo vitreo responsabile della trazione sulla macula. L’intervento permette di ripristinare la visione centrale o, in caso di danno maculare già avvenuto, di salvaguardare quella residua.

Scopri il trattamento

Riproduci video

    Compila il form per ricevere gratuitamente
    un documento di approfondimento sul tema




    Altri interventi