Chirurgia refrattiva: interventi laser

Per i pazienti che non riescono ad avere una correzione ottimale con gli occhiali, sono intolleranti alle lenti a contatto (LAC) o con cheratocongiuntivite secca, è oggi possibile ridurre o eliminare del tutto i difetti refrattivi (quali miopia, ipermetropia e astigmatismo) di cui il paziente soffre. Il nostro centro, secondo il concetto di medicina personalizzata, si prefigge di risolvere questa condizione attraverso la chirurgia refrattiva eseguita con laser ad eccimeri di ultima generazione e diverse tipologie d’intervento (come PRK, i-LASIK, SMILE) per ottenere il miglior risultato possibile.

PRK

La cheratectomia fotorefrattiva (PRK) è una procedura chirurgica utilizzata per eliminare o ridurre i difetti refrattivi congeniti o acquisiti quali la miopia, l’ipermetropia e l’astigmatismo.

INTERVENTO DI PRK

L’intervento di PRK si prefigge, utilizzando esclusivamente un laser ad eccimeri – senza eseguire alcun “taglio” – di rimodellare la cornea modificandone la curvatura ed il potere diottrico per ripristinare una naturale messa a fuoco delle immagini sulla retina.

La procedura chirurgica di PRK è eseguita solo dopo l’acquisizione, attraverso una serie di sofisticati esami diagnostici non-invasivi, dei dati anatomici, funzionali e fisiologici dell’occhio del paziente con lo scopo di confermare con certezza la sua adeguatezza all’intervento.

Per essere certi che il risultato post-operatorio soddisfi pienamente le aspettative del paziente, è quanto mai opportuno effettuare una “simulazione” del risultato chirurgico programmato per valutarne il gradimento in funzione della specifica attività lavorativa e sportiva e delle diverse condizioni di illuminazione cui egli verrà esposto.

I-LASIK

La tecnica I-LASIK si effettua per la correzione dei difetti refrattivi come miopia, ipermetropia e astigmatismo, ma l’unico limite di questa tecnica chirurgica rimane lo spessore corneale, che se troppo basso può precludere l’intervento e fare optare per una PRK.

Preparazione all’intervento

La preparazione all’ i-LASIK prevede che il paziente non indossi le lenti a contatto a partire da 10 giorni prima dell’intervento. Prim di effettuare la procedura si applicano all’occhio da operare dei colliri anestetici che rendono l’operazione totalmente indolore.

Durante la procedura il paziente rimane sempre posizionato su una poltrona operatoria mobile che ne permette lo spostamento dal laser a femtosecondi al laser ad eccimeri senza bisogno di alzarsi. Durante l’intervento al paziente viene applicato un piccolo “blefarostato” che mantiene l’occhio aperto.

Possiamo aiutarti

Se pensi di soffrire di questa patologia o hai dubbi che vuoi chiarire sulla vista contattaci.

Partnership

MENU