Rilassatevi con una buona blended vision

Rilassatevi con una buona blended vision

Forse non tutti sanno che la denominazione “blended” non si applica solo al whisky ma anche alla vista! Ebbene sì, il termine “blended” – che in inglese significa “mescolato”, “miscelato” – viene impiegato anche in oculistica: vediamo come e quali vantaggi possiamo trarne.

Similmente a una macchina fotografica, l’occhio ci consente di mettere a fuoco oggetti a diverse distanze. Questo avviene grazie al cristallino, la lente naturale che si trova dietro l’iride, che adatta la sua forma a seconda di ciò che stiamo osservando: quando guardiamo all’infinito il cristallino è rilassato, sottile e più appiattito, quando invece leggiamo o guardiamo qualcosa a distanze più ravvicinate esso diventa più spesso e curvo.

Il cambiamento di forma del cristallino, detto accomodazione, è graduale e involontario ed è un meccanismo fisiologico magnifico… ma che purtroppo non dura per tutta la vita. Quando si invecchia, infatti, il cristallino diviene più rigido e perde gradualmente la sua elasticità e di conseguenza la sua capacità di aumentare la curvatura per mettere a fuoco scritte e oggetti vicini. È a quel punto che insorge la presbiopia, quel difetto che costringe le persone non più giovanissime a indossare gli occhiali per leggere e lavorare da vicino.

Molte persone over 45-50 sanno quanto sia fastidioso dover mettere e togliere quegli occhiali che, sì, fanno vedere bene da vicino, ma male da lontano! E vogliamo parlare di coloro che gli occhiali già li indossavano prima e che ora, con l’insorgenza della presbiopia, devono metterne e toglierne in continuazione addirittura due paia? Per quanto banale, poiché per fortuna non comporta alcun pericolo per la salute degli occhi, la presbiopia rappresenta un motivo di stress per molte persone. Se siete tra queste, ecco per voi una buona notizia: l’oculista può applicare ai vostri occhi la blended vision.

La blended vision è un nuovo metodo di correzione della visione che permette all’occhio dominante di vedere bene da lontano e a distanze intermedie, mentre l’altro occhio viene corretto per vedere bene a distanze intermedie e da vicino. In questo modo, grazie al funzionamento del nostro cervello, che è in grado di “miscelare” e integrare le informazioni ricevute dai due occhi, si potrà avere una buona visione a tutte le distanze ed eliminare per sempre quegli scomodissimi occhiali da lettura!

La correzione con la blended vision può essere ottenuta mediante l’applicazione di lenti a contatto o, in modo più definitivo, grazie all’utilizzo di un laser che andrà a modificare in modo permanente la curvatura della cornea, la lente anteriore dell’occhio. La blended vision può essere programmata anche in occasione dell’intervento di cataratta, in quel caso la correzione viene effettuata applicando delle lenti intraoculari opportunamente calibrate per questo tipo di correzione.

Eliminare la dipendenza dagli occhiali da lettura permette di ritrovare la serenità e il comfort visivo dei bei vecchi tempi, restituendo un’attitudine più giovanile e una vita quotidiana più semplice e leggera.

Automatic Translation »
MENU