Glaucoma ad angolo aperto

Patologia

L’umor acqueo è un liquido trasparente che ha la funzione di nutrire la cornea e il cristallino e di eliminare i prodotti di scarto; in un occhio sano, esso viene prodotto continuamente all’interno della camera anteriore dell’occhio, dalle cellule dell’epitelio non pigmentato del corpo ciliare, e viene drenato costantemente – alla stessa velocità alla quale viene prodotto – attraverso una struttura oculare chiamata trabecolato corneo sclerale e da altre strutture anatomica ad esso preposte. Grazie al corretto funzionamento di questo meccanismo fisiologico, in un occhio sano la IOP mantiene valori piuttosto costanti e compresi tra 14 e 21 mmHg.

Trattamento

Il glaucoma ad angolo aperto è solitamente trattato con la terapia farmacologica; se questa non funziona o non è sufficiente a prevenire i danni al nervo ottico, si opta per due possibili procedure laser indolori denominate trabeculoplastica con laser ad argon (ALT) o trabeculoplastica laser selettiva (SLT); i pazienti che non rispondono positivamente a questo trattamento laser devono sottoporsi a un intervento chirurgico denominato trabeculectomia. Laddove la terapia non consenta di conseguire una diminuzione della pressione intraoculare tale da garantire il mantenimento della funzionalità visiva nel tempo, dovrà essere valutato l’utilizzo di valvole di drenaggio o un intervento parzialmente distruttivo del corpo ciliare (ciclocrio o ciclofotocoagulazione laser).

Possiamo aiutarti

Se pensi di soffrire di questa patologia o hai dubbi che vuoi chiarire sulla vista contattaci.

Partnership